www.polinesia.it

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

SMF - Appena installato!

Autore Topic: IMMERSIONI x PRINCIPIANTI  (Letto 5490 volte)

dsgm

  • Visitatore
IMMERSIONI x PRINCIPIANTI
« il: 27 Marzo 2006, 09:56:30 »

Lo ridico a tutti... lo dico da principiante a principiante...
prendete il brevetto in Italia... non rovinatevi la vacanza... una cosa e' immergersi qui, che non c'e' nulla rispetto a la, ed uno un po di esperienza con calma se la fa...

Laggiu alla mia prima immersione polinesiana, ho seccato una bombola in 5 min a causa degli squali... ho strusciato il corallo con la gamba perche' l'asseto ancora non ne ero padrone totale... etc etc etc... ed io come principiante modestamente me la cavo...
Connesso

marilens

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 100
    • Mostra profilo
confermo
« Risposta #1 il: 27 Marzo 2006, 11:58:07 »

Se non avessi preso il brevetto in svizzera probabilmente ora non sarei una sub appassionata in carenza d'azoto.

La ti prendono e ti buttano, non hanno tempo per farti superare eventuali paure o difficoltà.

ciau ciau

Marilens
Connesso

KiaOra

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 917
    • Mostra profilo
    • http://www.viaggi-in-polinesia.com/
IMMERSIONI x PRINCIPIANTI
« Risposta #2 il: 27 Marzo 2006, 14:09:12 »

Se devo dirti la mia è già quasi troppo facile prendersi il brevetto in Italia: ho visto o sentito di alcuni molto inbranati (per non dire imbecilli...), sia durante il coso base che nell'avanzato che sto facendo in questi giorni, eppure tutti alla fine prendono il brevetto (parlo di didattica PADI), ma alla fine la sotto ci sei tu, e se è vero che la subaquea si fa per piacere di farlo, è anche vero che certe cose è meglio saperle, a rischio c'è la tua PELLE!!!
30 secondi di follia (per esempio risalire in superficie velocemente da 20 metri) possono costarti la vita, e anche in casi che si risolvono, comprometterti la possibilità di fare immersioni per il resto della vita per il rischio di embolia!
Meglio fare il brevetto con calma, in italia, con istruttori che parlano la tua lingua e soprattutto prendendosi la responsabilità di studiare quelle cose che ti servono, di fare delle immersioni facili di prova prima di partire per un viaggio anche dopo il brevetto, e ogni tanto di ripassare certe nozioni fondamentali...
fatto questo ti rimane il meglio, senza rischi e senza perdite di tempo...  ma con coscienza!

Gucettina

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 172
    • Mostra profilo
IMMERSIONI x PRINCIPIANTI
« Risposta #3 il: 31 Marzo 2006, 11:07:38 »

Sono una subacquea, oltretutto figlia di un istruttore e consiglio anch'io vivamente a tutti coloro che vogliono fare le immersioni di frequentare dei corsi in Italia, per iniziare a prendere confidenza con il meraviglioso mondo sommerso e per avere quindi una tranquillità maggiore.
Ci sono un sacco di cose teoriche che bisogna imparate che servono per non rischiare la vita (vedi embolia citata in un'altra risposta), non basta solo la pratica, quindi vi chiedo è meglio frequentare dei corsi che durano circa 3 mesi con istruttori che spiegano tutto per filo e per segno nella tua lingua o fare un corso di 3 giorni che istruttori che non parlano italiano?
Connesso