www.polinesia.it

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

SMF - Appena installato!

Autore Topic: la mia esperienza in polinesia  (Letto 18508 volte)

shiatsu

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 46
    • Mostra profilo
    • http://www.mvwebart.com
Re: per shiatzu
« Risposta #15 il: 01 Settembre 2004, 11:42:46 »

sai che non lo so?
Ora che mi ci fai pensare mi sembra che nelle indicazioni di legno che ci sono nel villaggio ci sia scritto "DeLuxe Beach Bungalow", ma non ne sono sicuro al 100%
Connesso

iaorana

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 256
  • I sogni attraversano gli oceani
    • Mostra profilo
    • http://www.gullivercrociere.it
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #16 il: 06 Settembre 2004, 18:50:07 »

Inutile dire che mi spiace molto per la vostra esperienza negativa ma ciò può servire di spunto per alcune riflessioni . Il mito o il sogno della Polinesia costellata di spiaggie bianche con i cocchi che si inchinano fino a lambire il mare è un mito costruito sulle pagine patinate dei Tour Operator che devono vendere una luna di miele indimenticabile per l' 80% degli italiani che vengono in polinesia. Sanno altresì che le coppie italiane sono disponibili a pagare molto pur di realizzare questo sogno e allora propongono le catene Pearl Beach , Sofitel,Club med, Kia Ora etc etc con costi dai 200 ai 600€ per notte . Vi posso garantire che il Pearl Beach di Tahaa è stracolmo di italiani tra luglio e agosto e, stiamo parlando di 500€ a notte. Ma se uno ha denaro da spendere lo faccia pure ma il problema è un'altro. Vivrete e vedrete un Hotel di lusso in Polinesia ma non la vera polinesia. Il flusso di turisti negli hotel di lusso sta diventando talmente importante che stanno ultimando un'altro mega Hotel a Bora prima del Meridien con quasi 200 bungalow ed è stata data la concessione per altri 4 Hotel di lusso su Tahaa che smetterà ben presto di essere l'isola della vaniglia e l'isola selvaggia. Certo, tutto dipende da cosa si cerca e del perchè si fa un viaggio di questo genere e del come si viaggia .Se si cerca un bungalow pilotì , la piscina e quant'altro, no problem . Se si vuole animazione in villaggio fino a mezzanotte c'è il Med , salvo chiedersi il perche in polinesia che costa il doppio che in Martinica ed è costruito nello stesso modo e segue lo stesso programma di intrattenimenti.  Per quanto il decoro degli hotel ricalchi i farè polinesiani, per quanto le vahinè girino con vestiti floreali, per quanto i piatti di pesce abbiano un ibiscus che ne occupa la metà o il venerdì c'è lo spettacolo di danze di Ori Tahiti non riuscirete a vivere la Polinesia vera, quella che ha fatto innamorare per davvero la gente occidentale, quel tipo di Polinesia che fa parte del mito dei mari del sud. Per fortuna ci sono ancora non poche pensioni di famiglia gestite da polinesiani o popà-polinesiani che riescono ancora a trasmettere qualcosa di questo mito, che ti sanno accogliere con la tipica gentilezza, cordialità e informalità polinesiana, dove mangi insieme a loro i piatti tipici polinesiani o cinopolinesiani, ti portano a pescare con loro , ti fanno vivere una parte della loro vita con discrezione e gentilezza. La polinesia è famosa per le sue lagune non certo per le spiagge e, nelle lagune, intorno alle patate di corallo potete scoprire un microcosmo di pesci colorati e multiformi, più vicino al reef dove le teste di corallo sono più numerose troverete i pesci pappagallo e ancora sul reef i ricci matita multicolore o la sera le aragoste. Certo, vi sono alcuni posti con spiagge bianche ma sono prevalentemente sui motù e fino a quando i polinesiani saranno gelosi della loro terra non li venderanno e ne potremo approfittare tutti. Tanto denaro utilizzato per avere un letto sul quale dormire potrebbe essere utilizzato per fare escursioni, affittare una barca, una canoa. La polinesia non è il max per restare distesi al sole.
Penso, salvo smentite, che la maggior parte di coloro che hanno fatto il loro viaggio in polinesia dormendo nelle pensioni di famiglia, si siano trovati bene e siano andati a dormire alle 9 di sera soddisfatti della giornata appena passata. Il racconto di Irene e Rossano ne è una testimonianza e.... senza spendere una fortuna. Credetemi, la Polinesia vissuta senza la gente polinesiana, il loro calore, le loro tradizioni, la loro cultura, la loro concezione del vivere non è poi questo gran che : è la gente che fa la differenza . Posti belli come la polinesia ne conosco ed anche di più selvaggi come le San Blas o l'Arcipelago di Las Perlas e la barriera corallina in Belize o ancora qui in Pacifico Il Va Vau Group delle Tonga o le isole a Nord delle Fiji . Sono posti che da un punto di vista naturalistico sono come o forse più della Polinesia e costano la metà ed anche meno della Polinesia ma , a mio avviso, hanno il difetto di non avere la gente di polinesia . Io, ci sono arrivato qui con la mia barca dall'Italia dopo 4 anni di navigazione  di isola in isola  e, per il momento mi son fermato qui, oramai da 4 anni, ma tanti amici che hanno proseguito il loro viaggio verso Ovest mi hanno riferito tutti la stessa cosa < qui i posti sono belli, interessanti, curiosi..... ma come la polinesia e i polinesiani......!!!!!>
Purtroppo la maggior parte dei messaggi o risposte che ho inviato su questo forum sono andati persi nel rimaneggiamento del sito ma molti di essi affrontavano questo tipo di problematica .
Cosa ci si aspetta dal viaggio e come organizzarlo al meglio e prima di tutto riuscire a vivere il viaggio con curiosità e senza pregiudizi senza farne un ennesimo oggetto di consumo .
Un'ultima riflessione a costo di essere logorroico. L' 80% degli italiani che vengono qui sono coppie in viaggio di nozze. Penso possiamo concordare su una questione: i tempi sono cambiati e non penso ci sia bisogno del viaggio di nozze per poter finalmente essere da soli con la propria metà . Allora, cominciamo a vedere questo viaggio per quello che è : una opportunità di fare un bel viaggio in parte o del tutto pagato da parenti amici etc . una occasione unica .
Dimenticatevi del viaggio di nozze, non ditelo neppure in agenzia se la usate e provate a pensare ad un viaggio vero, che vi possa dare qualcosa che stuzzichi la vostra curiosità che vi possa arricchire che vi faccia crescere ; allora penso che un viaggio organizzato per scoprire cose nuove acquisti un'altra dimensione : quella del viaggiare tra la gente e le terre e non dell'andare in .
Nana
Miki
Connesso
I sogni attraversano gli oceani
http://michele-gulliver.blogspot.com/

Ire&Ro

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 102
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #17 il: 06 Settembre 2004, 21:17:04 »

:wink:
Sei un mito Miki !
Leggerti così nel forum ... è come tornare indietro nel tempo !
Mooolto bello e molto vero, poetico come sempre !

Ire
Connesso
re&Ro

shiatsu

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 46
    • Mostra profilo
    • http://www.mvwebart.com
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #18 il: 07 Settembre 2004, 06:52:17 »

Ciao Ia Orana e complimenti per il messaggio. Molto bello e toccante.
La storia della Vera Polinesia o della finta pPolinesia sinceramente mi ha stufato... e non poco. La storia che chi va nelle Pensioncine è più intelligente di chi va negli hotel di lusso pure, la storia che chi va nelle catene sofitel o pearl beach non vive a contatto con la gente IDEM !!!
A Rangiroa ho avuto modo (grazie a due giorni di pioggia interminabili) di parlare per ore e ore con Fisher, il factotum del villaggio Beach Resort. Sempre a Rangiroa ho avuto modo di parlare per ore e ore col pescatore che ci ha accompagnato in escursione alla Blue Lagoon. Vi assicuro che per sentire le loro storie, il modo in cui vivono, il modo che hanno di gestire le proprie vite sentimentali, lavorative e sociali non c'è affatto bisogno di vivere nelle pensioncine. Chi se ne frega se voglio spendere un milione di euro a notte per dormire in un hotel di lusso o per mangiare cibi speciali o per stare in un ambiente più confortevole?
Voglio dire solo che è ovvio che andare negli hotel per fare vita di villaggio è stupido, però credetemi, quando sono stato io in polinesia, gli ospiti degli alberghi facevano a gara per noleggiare un'auto o uno scooter. Facevano code per prenotare escursioni varie in laguna. E se andavi in centro, a Bora Bora come a Rangi, ne trovavi tantissimi che cercavano di carpire qualcosa in più del semplice villaggio turistico.
Io credo, e non me ne vogliate, che ci vuole un briciolo di rispetto per chi, in viaggio di nozze, vuole il massimo del comfort godendo le meraviglie di quei luoghi. Non crediate che tutti coloro che agiscono in quel modo passino le loro giornate in spiaggia, in camera o al bar. Non è così.
Saluti a tutti e... non me ne voglia chi la pensa diversamente.
Connesso

mela

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 90
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #19 il: 07 Settembre 2004, 08:49:02 »

Come spieghi allora che quelli che restano delusi dalla Polinesia Francese sono in generale le coppie in viaggio di nozze che ci arrivano tramite agenzia e quasi mai quelli che viaggiano per conto proprio? E' vero che ci sono sempre delle eccezioni, ma in generale io ho notato questo. Quando sono stata a Bora Bora l'anno scorso, ho dovuto aspettare il giorno seguente per fare un'escursione (la classica, quella con Popo) in quanto non si riusciva a raggiungere il numero minimo necessario. Evidentemente la gente che alloggiava a Bora Bora, tutta questa voglia di girare e conoscere non ce l'aveva. Chiaramente ognuno ha il diritto di gestire la propria vacanza come meglio crede e andare negli alberghi che gli pare, basta però che poi una volta a casa non si lamenti pure!!!!
Connesso

shiatsu

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 46
    • Mostra profilo
    • http://www.mvwebart.com
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #20 il: 07 Settembre 2004, 09:11:01 »

su questo concordo pienamente con te.
Non ci si può lamentare della Polinesia se si rimane chiusi in albergo.
Ci tenevo però a dire che non è detto che andando nei grandi alberghi non si vivano le emozioni dichi va nelle pensioncine. Tutto qui.
Io ho vissuto 15 giorni indimenticabili prendendomi dei momenti di relax in hotel ma vivendo in tutto e per tutto l'entroterra e la laguna di Bora,Moorea e Rangi... e parlando per ore e ore con gente del posto. tutto qui
Connesso

mela

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 90
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #21 il: 07 Settembre 2004, 09:54:27 »

Non ho dubbi che esistano, per fortuna, anche le persone come te, ma purtroppo mi pare siano la minoranza, dato che se uno spende una fortuna di alloggio in generale, se non è ricco, non ha voglia di spenderne tanti altri per girare dato che le escursioni ed il noleggio auto in Polinesia sono cari. Poi ci sono purtroppo anche quelli che vanno in Polinesia solo per poterlo dire ad amici e conoscenti... :(
Tanto per citarti un episodio, in una puntata di "Alle falde del Kilimangiaro" una coppia aveva portato il filmato sul loro viaggio di nozze che mi ha fatto letteralmente saltare sulla sedia. Primi piani sulle brioches della colazione :(  :( , primi piani al buffet della cena :(  :(  :(  primi piani al catamarano che portava al lussoso resort...ecc. ecc. Queste secondo loro erano le cose che contavano della Polinesia!!!!! Che pena!!!
Comunque a me e a mio marito quella zona del Pacifico è piaciuta talmente tanto che siamo appena tornati da un viaggio alle Fiji e alle Tonga (ciao Irene,  :) dopo ti scrivo) e se potremo  :?: cercheremo in futuro di vedere anche la Samoa e le Cook.
Ciao.
Connesso

Ire&Ro

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 102
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #22 il: 07 Settembre 2004, 20:32:14 »

iaorana cara Manuela ...
ma sei anche qua ???
molta voglia di lavorare oggi ehhh !
Dedita al fancazzismo più totale vedo...
AHHHH ... quanto, quanto, quanto ti capisco !
Per fortuna esistono i mari del Sud che ci scaldano il cuore anche se tnato tanto lontani !
Nanà
Irene
Connesso
re&Ro

mela

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 90
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #23 il: 09 Settembre 2004, 13:24:10 »

Cara Irene, ma da che pulpito arriva la predica... :evil:
Anche perchè, a differenza di te, io non ho nessun obbligo di orario. In questo momento potrei essere tranquillamente a casa a rammendare calzini... :D
La nostra operatività si misura con parametri un tantino diversi da quelli che si utilizzano per gli impiegati... :wink:
Connesso

iaorana

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 256
  • I sogni attraversano gli oceani
    • Mostra profilo
    • http://www.gullivercrociere.it
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #24 il: 09 Settembre 2004, 22:20:22 »

Non era mia intenzione polemizzare sulla Vera polinesia o Finta polinesia a seconda della scelta degli alloggi. Ognuno ha il diritto di scegliersi la vacanza che più gli piace e viverla nel modo che più ritiene opportuno e spendendo il budget che ha messo a disposizione.
Evidentemente non sono riuscito ad esprimere al meglio, al di là delle istruzione per l'uso,  un concetto di base al quale tengo molto: il modo di viaggiare . Un vecchio che la sapeva lunga sugli uomini , Platone , diceva a proposito di questi ultimi < Ci sono i viventi , ci sono i morti, e ci sono coloro che se ne vanno sui mari > A quei tempi era l'unico modo di viaggiare e probabilmente oggi avrebbe cambiato la frase in : coloro che viaggiano. Si può pernottare in un albergo lussuoso o in una pensioncina o addirittura in un dormitorio, poco importa, ciò che importa è l'avere entusiasmo, curiosità, disponibilità nel conoscere, comprendere . Fare del viaggio un arricchimento personale. Tutto ciò richiede tempo e oggi tempo significa anche denaro. A parità di letto e di dormita spendere x volte di più ,a mio avviso, è denaro sottratto al tempo e alla possibilità di viaggiare nel viaggio. Seppur fossi milionario non cambierei questa opinione. Ma, al di là di questo, volevo trasmettre l'altro messaggio, quello del viaggio, poichè non poche volte mi sono ritrovato di fronte ad una quarta categoria di uomini e credetemi , ce ne sono : I morti vivi,  il cui epitaffio potrebbe essere  < morto a 25 anni, sepolto a 75...... morto di mancanza di entusiasmo >
Nana arue
Miki
Connesso
I sogni attraversano gli oceani
http://michele-gulliver.blogspot.com/

bamboleo

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 8
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #25 il: 15 Settembre 2004, 11:06:00 »

accidenti quanto fumo ......
cmq a prescindere da quanto uno lavori, guadagni, quanto tempo libero abbia, quante lingue parli, quanta esperienza abbia fatto, quante esperienze negative ha fatto, quanto rispetto abbia per gl'altri, quanto intelligente sia nel scegliere una o l'altra cosa ed ecc, ecc potrei proseguire all'infinito ....... il mio topic narrava la mia esperienza, che a mio umilissimo giudizio non deve essere "giudicata", cosa che non ho fatto nei confronti del luogo che ho visitato e tantomeno delle esperienze altrui, ma forse come qualcuno ha fatto mi sarebbe piaciuto che fosse vista come un spunto di riflessione, perchè anche se qualcuno fa fatica a dirlo anche la polinesia ha i suoi lati negativi (e non lo dico io.......), e non è bene fare come i T.O. che descrivono tutto perfetto..... a buon intenditore....

p.s. per coloro che si definiscono "grandi viaggiatori" nel prox viaggio nella vostra valigetta mettete anche un po' di umiltà.....

saluti
nana
Connesso

Giannib

  • Visitatore
uhm!!!
« Risposta #26 il: 22 Settembre 2004, 11:28:54 »

Ciao ho letto il tuo racconto e purtroppo su molte cose sono d'accordo con te. Esattamente un anno fa io e mia moglie abbiamo passato il nostro viaggio di nozze prima a New York poi in polinesia.
Troppe le cose che non mi sono piaciute una di queste è la catena SOFITEL!

Maleducati,freddi ,il cibo orrendo, insomma una delusione:

NOn andate nelle catene SOFITELl!!!!!!!!!

PS:abbiamo mangiato per tre settimane MAI-MAI!!!!!
Connesso

Anonymous

  • Visitatore
Re: uhm!!!
« Risposta #27 il: 22 Settembre 2004, 11:39:06 »

Boh? Varietà di cibo assolutamente VASTISSIMA. Dal cibo polinesiano (pesce crudo alla Tahitiana) al cocktail di gamberi e ananas, al mahi mahi, agli hamburger e hot dog all'americana, agli spaghetti italiani, alla pizza italianissima, al buffet di carne e pesce in ogni salsa.
Io non so se dall'anno scorso hanno cambiato le cose, sta di fatto che a giugno c'era una AMPISSIMA scelta di cibo e tutto davvero squisito.
Connesso

mela

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 90
    • Mostra profilo
la mia esperienza in polinesia
« Risposta #28 il: 24 Settembre 2004, 11:04:27 »

X Gianni ospite

..ma a parte la catena SOFITEL che non conosco, quali sono tutte le altre cose che non ti sono piaciute della Polinesia Francese? Scusami ma sono davvero curiosa.
Io posso dire che l'unica cosa che non mi è piaciuta è il COSTO delle escursioni che è stratosferico (circa 100 Euro a testa a Rangiroa  per andare alla sia pur meravigliosa Sable Rose), soprattutto se paragonato a quello che ho pagato invece in altre parti del mondo per fare escursioni analoghe. :(

Ciao
Connesso

apetai

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 255
    • Mostra profilo
molte cose non piacciono...
« Risposta #29 il: 27 Settembre 2004, 16:14:30 »

Ciao, sono vivo, speravate di esservi liberarati di me ma ci sono! Ancora per poco ma quando posso mi faccio vivo.
E' un pò che seguo questo argomento e devo dire che di ragioni ne trovo per tutti, ovvero, nessuno ha torto, certo è che sbagliando si fa esperienza e si migliora il tiro ma da quì a diere che la Polinesia è tutta un cesso, cara, maleducata ecc...ma da quel che ho capito e letto, non si tratta proprio di questo, il malcontento arriva da catene internazionali, una a caso, e sono d'accordo, la sofitel ma si può andare altrove, nessuno obbliga....questo comunque non è la soluzione ci sonoa ltre strutture che possono NON soddisfare, le aspettative non sono per tutti uguali e si fa presto a dire questo non va! Comunque sono perfettamente d'accordo sul fatto che la Polinesia sia cara, lontana, gestita per turisti danarosi (ieri giapponesi e americani......oggi......mmmm) ma oggi quei turisti mancano dalla Polinesia da almeno 6 anni e faticano a rientrare.
Ciò nonostante la gestinone a loro riservata non è cambiata e cozza con il turista  europeo che ha, giustamente, altre esigenze e aspettative per il suo viaggio.
Purtroppo, anche se ne stanno pagando il prezzo, poco si è fatto per migliorare, poche grandi strutture si sono adeguate alle esigenze del cliente rimasto, non che prima non c'era ma......
A questo si aggiunge la disinformazione degli operatori del settore europei e soprattutto italiani che purtroppo non hanno mai avuto una formazione specifica per questa destinazione, oggi lo si sta facendo, qualcosa si muove ma non è ancora abbastanza. Ovviamente non tutti, ma pochi, troppo pochi sono stati e sono in grado di leggere le esigenze del cliente e indicargli la sua soluzione che non sia quella del tutto preconfezionato del quale poco si sa ma di cui un professionista risponde!!
 E' giusto che ci siano persone che dicano, questo non va bene, mi hanno trattato ij modo sgarbato mentre i soldi li ho dati gentilmente e con un grazie, ecc... serve solo per poter migliorare le cose che non funzionano ma se tutti tacciono..........
E' solo una parte del mio pensiero, lungi dal voler essere una sentenza, solo la costatazione di un fatto! Punto.
E chi mi conosce sa che lo dico quasi con le lacrime agli occhi!!
Ma anche questa è una realtà di questo paradiso.
Sinceramente.

Alex
Connesso
'E UN POSTO AL MONDO DOVE.................