www.polinesia.it

Effettua l'accesso o una nuova registrazione.

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.
Ricerca avanzata  

News:

SMF - Appena installato!

Autore Topic: La Polinesia in 30 parole chiavi : Prima parte  (Letto 5728 volte)

iaorana

  • Nuovo arrivato
  • *
  • Post: 256
  • I sogni attraversano gli oceani
    • Mostra profilo
    • http://www.gullivercrociere.it
La Polinesia in 30 parole chiavi : Prima parte
« il: 24 Aprile 2009, 05:21:01 »

Popa’a

Le popa’a , nel linguaggio mao’i è letteralmente : L’uomo bianco con la pelle bruciata dal sole.
I polinesiani e i popa’a , insieme ai “tinito”( cinesi) formano le tre grandi etnie presenti in Polinesia francese. All’interno dei popa’a ci sono delle differenze , come i francesi , “ le farani”  ma il termine popa’a mette insieme un po tutte le razze bianche .
Certamente vi sentirete appellare direttamente o indirettamente con questo nome ma, non prendetelo come un dispregiativo , è solo per identificare colui che non è polinesiano e che in molti casi è un francese o un turista .

Fiu

E’ un termine tipicamente polinesiano e la traduzione può essere : stanco, averne piene le scatole, non poterne più , non aver più voglia di , etc etc . In italiano c’è un termine un po volgare che lo rappresenta ed è scoglio..to , ma no si può scrivere !!
Pensate che uno psichiatra ha addirittura fatto una tesi su questo termine , rintracciando ben 200 parole che lo possano descrivere ed arrivando poi a dimostrare che è uno stato psicologico tipicamente polinesiano.
E’ un fenomeno individuale ma può avere anche connotati sociali , come ad esempio essere fiu della politica del governo. Se sei fiu , sei scusato …. Non è colpa tua ..,.sei fiu !!!!
Se non vai al lavoro perché sei fiu …in qualche modo sei scusato e i colleghi nel descrivere il tuo stato lo accentueranno con un gesto fatto con l’indice della mano destra che taglia la gola !!!!
Diciamo che è molto più semplice che inventarsi scuse tipo ho l’influenza, mia zia è morta etc etc tipicamente menzogne scusanti della nostra civiltà.

Manà

E’ stato uno dei primi concetti polinesiani a sedurre l’immaginario degli europei ,
Un termine difficile da definire per la logica e lo spirito occidentale che è strutturato e logico.
È un termine utilizzato un po in tutto il pacifico ed esprime la potenza soprannaturale , la forza che emana una persona, un oggetto, un luogo oppure un’azione che suscita stupore .
Viene utilizzato in tutte quelle situazioni nelle quali è difficile spiegare il perché : ha il suo Manà .
Se vi ritrovate in un luogo nel quale vi sentite a vostro agio e vi sembra di essere sempre vissuti la e vorreste sempre vivere la ….bhe quel luogo ha il manà, il potere di darvi ciò che chiedete .
Ma anche un uomo con del carisma , che vi incanta nel mentre lo ascoltate , che vi evoca emozioni sopite , bhe…. Anche lui ha del manà .
Un artista o un costruttore di piroghe ha il suo manà ma; per intenderci , quando guardate un quadro o una scultura  e questa vi attrae e vi fa rivivere emozioni ……hanno il loro manà , il potere soprannaturale senza il quale un oggetto è un oggetto ed un uomo è un uomo !

Cousine

I polinesiani sono tutti un po parenti e, non a caso, il passatempo preferito dei polinesiani in occasioni di incontri e feste è quello di scoprire la genealogia di ciascuno, in modo da verificare se in qualche modo si è parenti.
Alla fine , potete giurarci , che si arriverà ad un grado di parentela seppur lontanissimo e diverrà uno dei tanti “cousine” sparsi nei 5 arcipelaghi .
Potete fare una riprova chiedendo ad un polinesiano se ha parenti su un’isola a caso e quasi certamente vi risponderà << …j’ai en cousine la bas….!!! >>
Ma se diventate un grande amico …. Quando vi presenterà agli amici vi presenterà comunque con : << c’est mon cousine italienne!!!!>>


PK

Letteralmente “ Punto Kilometrico “ ( si pronuncia pekapp) è l’indicazione sull’isola per reperire la casa o un luogo ad una certa distanza dal villaggio principale.
Quasi tutte le isole hanno un’unica strada che ne copre tutto il perimetro ; il Pk 0 è nel villaggio principale e poi si divide nelle due direzioni opposte : Est ed Ovest , quindi avremo ad esempio il PK 12E e il Pk12W . Se la casa o il luogo è posizionato prospiciente il mare , sarà “ cotè mer “ , se viceversa e verso la montagna sarà “ cotè montagne “
Ovviamente il kilometro è indicativo poiché la casa potrà essere tra il 12esimo e il 13esimo ….. basta chiedere o controllare bene il territorio .
A parte Papeete le strade non hanno un loro nome e un numero civico .


Nana arue per la prossima

Michele










« Ultima modifica: 24 Aprile 2009, 05:26:19 da iaorana »
Connesso
I sogni attraversano gli oceani
http://michele-gulliver.blogspot.com/